Beauty

Profumi molecolari: cosa sono e quali scegliere

di Eleonora Gionchi - 13 Febbraio 2019

Con ingredienti nati in laboratorio, le fragranze molecolari sono minimali, perché spesso composte da una sola nota, e uniche, perché si adattano al proprio pH epidermico

In cerca di qualcosa di insolito e diverso nel campo della profumeria? Le fragranze molecolari potrebbero essere la scelta più adatta per voi. All’inizio considerate di qualità inferiore, in realtà oggi sono una categoria di successo nella profumeria artistica, molto apprezzate da chi desidera creazioni originali, personali ed essenziali. Nella gallery, ecco una selezione che consigliamo ai nasi più minimalisti.

Le caratteristiche
Non è propriamente corretto definirli “profumi”, infatti, queste creazioni possono non essere "costruite" seguendo la classica piramide olfattiva, la quale spesso è sostituita da singole note protagoniste, da qui il termine "solinote". Le molecole scelte sono tutte chimiche, cioè realizzate in laboratorio per ricreare nuove essenze o aromi naturali, floreali o animali che col tempo sono diventati difficili da reperire. Tra le più conosciute, le due molecole Iso e Super e l’Ambroxan.

Nel 2006 viene lanciato il marchio Escentric Molecules, fondato dal naso berlinese Geza Schoen. La sua particolarità? I primi due profumi creati, Molecule 01 e Molecule 02, ruotano, appunto, attorno alle molecole Iso e Super.
Il successo è immediato perché la particolarità delle molecole sintetiche è la loro adattabilità: nelle classiche piramidi olfattive sono nel fondo e agiscono come “fissativi” per rendere più persistente la fragranza sulla pelle ma, soprattutto, si trasformano in base al pH di ognuno. Un profumo molecolare quindi è estremamente personale proprio perché le molecole che lo compongono si adattano all’odore naturale della propria epidermide. Ma non solo, all’interno di una piramide olfattiva il loro aroma è praticamente neutro, da sole invece hanno un sentore quasi animalico, che le rende adatte sia alle pelli maschili che a quelle femminili, comprese le più sensibili perché sono prive di allergeni.

Un altro profumo molecolare, diventato un best seller, è Not a Perfume di Juliette has a Gun. Molto amato anche dagli uomini, questa fragranza ha come unico ingrediente un’altra celebre nota molecolare, l’ambroxan (chiamata anche cétalox a seconda dell’azienda che la produce). Creata nel 1950 era stata concepita per sostituire la nota di ambra grigia; si presenta sotto forma di cristalli bianchi e ha un odore particolarmente complesso da definire, vagamente marino ma allo stesso tempo muschiato e legnoso.

Vedi anche