Beauty

Tatuaggio sul viso, un trend in ascesa (ma il dibattito è aperto)

di Eleonora Gionchi - 23 Ottobre 2020

Amatissimi dalle star, i tatuaggi sul viso sono tra le ultime tendenze del settore anche se ancora difficili da “indossare” tutti i giorni. Tanto che non tutti i tatuatori li realizzano.

Achille Lauro e il trapper Young Signorino, ma anche Wiz Khalifa, Amber Rose, Chris Brown, Lil Wayne e Kat Von D: i tatuaggi sul viso piacciono alle star.

Li abbiamo visti anche sulle passerelle dell’ultima - insolita - settimana della moda milanese, e si tratta di un trend in crescita, anche se non facile da abbracciare.

Face Tattoo, l'origine nelle popolazioni tribali

Come per tutti gli altri tatuaggi, anche questi hanno origine nelle popolazioni tribali. In particolare, ancora oggi nelle tribù più antiche come quelle Maori e nelle culture delle isole Samoa o della Polinesia, il tatuaggio sul viso è simbolo di appartenenza alla tribù stessa e spesso rappresenta la posizione nella società. In Occidente invece i tatuaggi, specie sul viso, sono sempre stati visti negativamente: tra il '500/'600 erano tipici di galeotti e pirati, mentre nel corso del '900 erano scelti dalle gang newyorkesi, in particolare del Bronx, sempre come simbolo di identificazione. 

Tatuaggio sul viso, simbolo di ribellione 

E oggi? Chi decide per un face tattoo vuole comunicare un profondo senso di ribellione verso la società. In tempi recenti, il primo a farsi tatuare il volto è stato Mike Tyson nel 2003, un tribale sulla guancia, ma oggi a sceglierli sono soprattutto rapper e trapper. 

Durante le partecipazione di Achille Lauro all'ultimo Festival di Sanremo, i suoi face tattos hanno fatto molto scalpore. Il cantante ha infatti sul volto alcuni piccoli disegni e scritte, tra cui Pour l’amour e Scusa, disegnati da Snt Simo, tra i tatuatori più conosciuti e l’unico europeo a far parte della World Wide Letter Gang (la più importante crew di lettering al mondo nella quale si trovano anche altri tatuatori celebri), famoso soprattutto per i suoi disegni su collo, testa, viso, occhi e mani.

Attenzione però: benché oggi i tatuaggi sul viso tendono a essere sempre più accettati, molti tatuatori sono restii a tatuare il viso. Alcune statistiche affermano che circa il 90% delle persone che opta per un face tattos se ne pente dopo qualche tempo e quasi nessun professionista tatua il viso se si tratta del primo tatuaggio o se il cliente è troppo giovane.

tag
tatuaggi

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche