Il cerchio di luce firmato Kundalini

Il cerchio di luce firmato Kundalini

di Digital Team

Poise è la essenziale lampada da tavolo disegnata da Robert Dabi per Kundalini. Una geometria variabile e poetica

Con il minimo di forme il massimo effetto. E che esso non sia solo uno spettacolo di forme, un esercizio fine a se stesso. Sembra questa la linea che i marchi della luce stanno seguendo da qualche tempo. È una strada interessante, sia perché le nuove tecnologie permettono cose fino a ieri solo impossibili, sia perché la ricerca di essenzialità è comunque portatrice di sottili poesie. Insomma, minimal, ma con un po’ di cuore; come dice la milanese Kundalini «lampade con cui stabilire una relazione empatica».

Photo: Courtesy Kundalini

Ecco allora dalla nuova collezione, Poise, luce da tavolo ideata dal giovane designer tedesco Robert Dabi. «È un cerchio luminoso che fluttua liberamente attorno a una linea», dice il progettista. Siamo ai principi della geometria, linea e cerchio. Poi, una solida base a tenere tutto saldamente a terra, in equilibrio. Sembra non esserci altro, senonché è grazie a quel che è meno appariscente, cioè i vari accorgimenti, vale a dire giunti costruttivi, che però non sveliamo, che il cerchio luminoso può essere spostato a piacere (diffusore e struttura in metallo nero opaco sono movibili fino a 320 gradi) così da creare configurazioni e illuminazioni differenti. Si fa tutto a mano e senza scottarsi (potere della luce a LED!). «Per me» dice Dabi, «l'illuminazione non è qualcosa che è solo lì. Voglio usarla, alterarla, osservarla, interagire con essa». Dettagli costruttivi: la base e i giunti sono di solito ottone, il braccio e il cerchio di alluminio. Luce dimmerabile. Misure: circonferenza 48.5 cm; altezza massima 109 cm.