Marzo su piattaforma: i 5 titoli imperdibili
Courtesy of Amazon Studios

Marzo su piattaforma: i 5 titoli imperdibili

di Andrea Giordano

Tre film, una serie ed un documentario-evento: ecco il meglio (in streaming) da consigliarvi per il mese di marzo.

Courtesy of Netflix
Biggie: I Got a Story to Tell

BIGGIE: I GOT A STORY TO TELL (in onda su Netflix, dal 1° marzo)

Ritratto intimo, diretto da Emmett Malloy, all'indomani dello storico inserimento di Notorious B.I.G. (all’anagrafe Christopher George Latore Wallace) nella Rock&Roll Hall of Fame, poco prima di quello che sarebbe stato il suo cinquantesimo compleanno. Un racconto, realizzato in collaborazione con gli stessi eredi, per (ri)esaminare la storia di uno dei rapper più grandi e influenti di sempre, attraverso gli occhi e le testimonianze di chi lo ha conosciuto davvero, a partire dalla famiglia e Sean Combs, ‘Puff Daddy’, qui anche produttore esecutivo. Filmati rari ed interviste inedite, esplorano un personaggio rimasto oltre vent’ anni sulla scena musicale, dalle origini, l’infanzia, l’adolescenza, la rapida ascesa, fino al suo tragico omicidio, avvenuto la notte del 9 marzo 1997.

Courtesy of Amazon Studios
Eddie Murphy e Arsenio Hall ne "Il Principe cerca figlio"

IL PRINCIPE CERCA FIGLIO (in onda su Amazon Prime Video, dal 5 marzo)

Amarcord e un po’ di nostalgia, quanto mai necessaria per rinverdire col sorriso un cult assoluto. Il mito vivente di Eddie Murphy, torna infatti a riprendere uno dei protagonisti ( da lui stesso creato) più famosi della sua carriera, vestendo i panni di Akeem di Zamunda, re eletto, nel sequel de Il Principe cerca moglie, uscito nei cinema nel 1988. Diretto all’epoca da John Landis (regista fra gli altri de I Blues Brothers e Una poltrona per due), ora tutto riparte grazie a Craig Bewer, tornando proprio nel Queens, in America, per cercare stavolta suo figlio, futuro erede al trono.

Courtesy of Amazon Studios
"The Rental"

THE RENTAL (in onda su Amazon Prime Video, dal 10 marzo)

Un thriller “home made”, sorprendente e ben scritto, quello che segna il debutto come regista di Dave Franco, fratello di James, attore e produttore, già messosi in luce in The Disaster Artist. L’occasione è quella di raccontare due coppie in vacanza, sulle rive dell’oceano, sospettose fin dall’inizio che il padrone della casa (apparentemente perfetta) affittata li stia in effetti spiando. Quello che dovrebbe essere un normale weekend fuori porta, si trasforma gradualmente in qualcosa di più sinistro, con lo svelarsi di segreti da tempo celati, e che ora fanno sì che i quattro amici di vecchia data si vedano sotto una luce completamente diversa. Bel cast, a partire da Alison Brie, la protagonista glam della serie tv Glow.

Courtesy of Apple Tv +
"Cherry"

CHERRY (in onda su Apple tv +, dal 12 marzo)

Da studente universitario a veterano di guerra (in Iraq) ed eroe decorato, diventando, al rientro, un tossicodipendente e rapinatore di banche. Fulminante, paranoico, una riflessione sociale, pure, sull’America post 11 settembre, il nuovo film (tratto dal romanzo semi-autobiografico di Nico Volker) dei fratelli Anthony e Joe Russo, campioni d’incassi 'all time' con l’ultimo Avengers: Endgame, indaga un personaggio oscuro, reale, combattuto, raccontando i capitoli della sua vita, divisa tra amore e tragedia. Da sentire (la colonna sonora, così le scelte musicali come Van Morrison e Puccini) e non perdere, anche per l’interpretazione straordinaria di Tom Holland, che per un momento si dimentica di essere l’attuale Spiderman cinematografico, e compie il proprio miracolo d’attore.

Courtesy of Netflix
"Gli irregolari di Baker Street"

GLI IRREGOLARI DI BAKER STREET (in onda su Netflix, dal 26 marzo)

Prendere il romanzo di Sir. Arthur Conan Doyle, rileggendolo però da un punto di vista dark ed horror, quasi sovrannaturale. Il gioco è fatto. Ambientata nella Londra vittoriana, la serie (prima stagione) segue infatti una banda di adolescenti problematici, spinti a risolvere crimini, omicidi, dal sinistro Watson e dal suo misterioso socio in affari, proprio lui, Sherlock Holmes (interpretato da Henry Lloyd-Hughes) quest’ultimo più sfuggente e “fuori dalle righe” che mai.