Food

Panettone is on the table!

di Carolina Saporiti - 9 Dicembre 2020

Al pistacchio, classico, mandorlato, ricoperto di cioccolato… il panettone oggi è tante cose, ma anche una certezza: il panettone è Natale. Viaggio da nord a sud tra alcune delle più golose proposte da portare in tavola quest’anno.

Panettone Bonfissuto Andy Warhol

Dalla suggestione dell’inconfondibile autoritratto pop e dei colorati fiori creati da Andy Warhol nel 1964 ed esibiti per la prima volta alla Leo Castelli Gallery di New York è nata quest’anno una nuova linea di panettoni della Pasticceria Bonfissuto. All’interno un iconico panettone “total black” all’aspetto, farcito di canditi di arancia di Sicilia, cioccolato di Modica IGP e Malvasia. Il lievito madre lievita per 36 ore, la base viene poi impastata nel cioccolato di Modica per creare un impasto finale nero e imbevuto nella Malvasia. Il panettone è custodito in una latta decorata con giochi floreali ispirati ai disegni di Andy Warhol. La Pasticceria Bonfissuto di Canicattì (Ag) è il laboratorio dei due fratelli Vincenzo e Giuliano Bonfissuto, immerso tra pistacchieti.

Panettone Bonfissuto Andy Warhol

Panettone Clivati 1969

Il panettone della pasticceria milanese Clivati nasce da una ricetta antica che utilizza lievito madre e solo ingredienti di qualità. Una delle peculiarità di questo grande lievitato è l’accuratezza con la quale i Mastri Pasticceri Clivati selezionano le materie prime: farina di frumento di origine italiana, burro d’alpeggio, uova di allevamento da terra, zucchero italiano, uvetta candita australiana 5 corone, canditi di arancia e di cedro e lievito madre. Il panettone Clivati è disponibile nella versione tradizionale oppure nelle versioni ai tre cioccolati, al caffè e amaretto, al marron glacé o al vermouth e zenzero, la vera novità di quest’anno. Il Vermouth bianco viene candito attraverso una tecnica innovativa per la canditura di prodotti liquidi e che bene si abbina con lo zenzero.

Panettone Clivati 1969

Panettone Four Seasons Milano

La storica proprietà nel cuore di Milano invita gli ospiti e i milanesi a lasciarsi coccolare, con il tradizionale dolce natalizio meneghino per la prima volta preparato in casa dal Pastry Chef Daniele Bonzi e acquistabile, dal 10 dicembre 2020, direttamente in hotel. L’arrivo del Natale segna quest’anno l’inizio della produzione in casa del dolce natalizio più amato dagli italiani al Four Seasons Hotel Milano: un’idea regalo perfetta, per momenti da condividere con i propri cari. Preparato con 36 ore di lavorazione, usando ingredienti accuratamente selezionati, tra cui vaniglia biologica del Madagascar, miele di acacia e arance del Sud Italia, canditi e uva sultanina, questo soffice dolce è presentato in esclusive confezioni nere con dettagli in oro.

Panettone Four Seasons Milano

Panettone di Sadler

Il classico, quello milanese, giallo con una bella alveolatura. Questo è il panettone classico da 1 kg di Claudio Sadler che quest’anno ha lanciato il suo nuovo e-commerce con spedizioni in tutta Italia e all’estero. Il panettone Sadler è fatto con prodotti di alta qualità e, per i più golosi, può essere accompagnato da crema allo zabaione o al cioccolato. Una ricetta classica e che rispecchia la cucina, milanese e contemporanea, dello chef. Per il suo panettone usa un lievito madre per una lievitazione di 36 ore, 2 impasti, burro francese e belga nell’impasto, vaniglia del Madagascar e uova bio provenienti da galline allevate a terra. Il risultato viene poi confezionato in un'elegante scatola che gioca con l’oro e il nero con maniglie in raso.

Panettone di Sadler

Solbiati Cioccolato

Solbiati Cioccolato è una piccola bottega di Milano dove, con passione e fantasia, vengono create piccole emozioni attraverso il gusto puro del cioccolato prodotto con sapienza artigianale e tanto amore. L’anima del laboratorio è Simona Solbiati, un architetto (di formazione) del cioccolato, che lavora e plasma le materie prime dando vita a dolci unici capaci di conquistare i palati più attenti. Oltre alla sua linea di praline e cioccolato, Simona realizza anche il panettone tradizionale riccamente ricoperto di cioccolato fondente.

Solbiati Cioccolato

Il Panettone di Fabrizio Racca

Un panettone che perde la forma originaria e tradizionale a favore di linee pulite e contemporanee. Fabrizio Racca ripensa forma e consistenza, proponendo alla propria clientela un prodotto dal design accattivante. Al suo interno si alternano texture e consistenze, si tratta di un dolce monumentale, realizzato con dischi di panettone sovrapposti, con gocce di cioccolato (senza uvetta né canditi), alternati con una ganache al cioccolato fondente e una crema leggera alla ricotta. A completare il tutto, pere semi candite e noci pralinate. Un panettone che è un vero dessert e un regalo per impreziosire le tavole delle feste.

Il Panettone di Fabrizio Racca

Panettone di Peck

L’alta gastronomia, a Milano dal 1883, presenta quest’anno le sue 5 varianti del dolce simbolo del Natale, tra cui spicca una inedita limited edition Amarena, Limone e Mandorla, disponibile in soli 200 pezzi. La nuova proposta va ad arricchire la gamma di Panettoni di Peck, composta da: Gusto Classico, per gli amanti della tradizione; Pere e Cioccolato, per i palati più raffinati; Arancia, Ananas e Zenzero, per chi è alla ricerca di un tocco esotico; Pistacchio, Caffè e Cioccolato Bianco, per i più golosi. Cinque creazioni, frutto della creatività del Pastry Chef Peck, Galileo Reposo, che si distinguono per la qualità del loro impasto, ottenuto grazie a una lavorazione di 72 ore e all’utilizzo di ingredienti selezionatissimi. I panettoni sono disponibili presso i 3 negozi Peck di Milano o direttamente a casa con il servizio delivery.

Panettone di Peck

Pancapocollo, Salumificio Santoro

Il Panettone al Capocollo di Martina Franca è nato qualche anno fa da un incontro felice tra le due aziende Santoro e Lenti. Piero e Giuseppe, maestri norcini noti per il loro Capocollo di Martina Franca del Salumificio Santoro ed Emanuele, maestro del panettone a Grottaglie con la sua Pregiata Forneria Lenti, annoverato fra i 25 migliori maestri in Italia, si sono uniti per creare un prodotto nuovo, una sorpresa per gli amanti del dolce e un piacere per gli amanti del salato. Il Pancapocollo è realizzato con burro, uova e pasta madre viva, si consiglia di consumare tiepido come aperitivo o come dolce. Dal Salumificio Santoro consigliano di tostarlo e mangiarlo con burro e alici.

Pancapocollo, Salumificio Santoro

Il panettone La Pasqualina

Un dolce che custodisce molti dei ricordi e delle tradizioni di Pasqualina è proprio il panettone. Oggi più ricco rispetto alle sue origini, mangiandolo si percepisce ogni singolo elemento, dal burro fino all’uvetta. Ma per permettere a tutti di gustarlo senza rimpianti, anche questa volta La Pasqualina ha cercato un compromesso tra la bontà e la salute. Non viene usato nulla che possa prolungare la conservazione naturale del prodotto, che è accompagnato da una garanzia di trasparenza, che tutti possano leggere senza incomprensioni. Burro, vaniglia, frutta essiccata e candita, farina, sale, tuorli d’uovo, miele e zucchero. E poi lui, il lievito madre. La cosa migliore? Assaporarlo ancor prima che raggiunga il palato, quando nel cercare di spezzarlo si vedrà la fetta che si allunga, invece di sbriciolarsi.

Il panettone La Pasqualina

Panettone Pasticceria Martesana

Realizzato con il lievito madre in vita da più di 50 anni (uno dei più storici a Milano), i panettoni della Pasticceria Martesana sono realizzati curando ogni minimo dettaglio in fase di lavorazione e selezionando, durante tutto l’anno, gli ingredienti migliori. La novità 2020 è Pistacchio e Cioccolato e il risultato è una ricca e voluttuosa farcitura di cioccolato al latte che si sposa a un’avvolgente ganache al pistacchio, il tutto ricoperto da una glassa di cioccolata fondente e granella di pistacchi. Ma non manca tra i Grande Classici di Martesana Tradizionale il panettone come da tradizione meneghina con uvette grandi e profumatissimi canditi di arancia, burro freschissimo, miele e lievito madre “made by Enzo”.

Panettone Pasticceria Martesana

Panettone Di Stefano

Un piccolo laboratorio artigianale nel cuore di Raffadali (Agrigento), la passione per l’eccellenza coltivata in famiglia, il profondo rispetto per l’arte pasticcera siciliana e le materie prime del territorio, il coraggio di sperimentare, la voglia di sorprendere. Questo è lo spirito che da oltre 30 anni anima la dolciaria Di Stefano. Uova fresche, burro 100% italiano, acqua oligominerale e poi pistacchi, mandorle, cioccolato, carrube e arance siciliane lavorate a regola d’arte secondo l’antica tradizione dolciaria. Da anni la pasticceria sceglie l’arte contemporanea e l’artigianalità made in Sicilia come simbolo delle sue produzioni affidandosi ad artisti, designer, stilisti e chef che diventano ambasciatori. La Latta da Collezione Edizione 2020 è stata ideata da Domenico Pellegrino che, attraverso il leitmotiv delle sue luminarie pop folk, rievoca la meraviglia del mondo.

Panettone Di Stefano

Panettone Giovanni Cova & C.

Il Panettone diventa il simbolo gastronomico della ripartenza post pandemia grazie a Giovanni Cova & C. che ha lanciato una nuova linea di panettoni che celebrano i 500 anni della morte di Raffaello. I suoi capolavori e il suo inconfondibile tratto prendono vita negli incarti dei dolci, grazie alla collaborazione con la Pinacoteca Ambrosiana e la Pinacoteca di Brera. Avvolto da un packaging che riproduce il Cartone preparatorio de La Scuola di Atene di Raffaello, è il Panettone Grancioccolato con granella di nocciole; mentre il Panettone Classico è avvolto nella riproduzione dell’opera Lo Sposalizio della Vergine. A impreziosire ogni confezione, in regalo un libro con la descrizione esclusiva delle opere e sei coupon di sconto, utilizzabili per l’ingresso alle mostre da dicembre a giugno 2021.

Panettone Giovanni Cova & C.

Panettone Brontese di Pistì

Un impasto unico a lievitazione naturale, ingredienti di prima di qualità e un cuore di pistacchio, per gustarsi il Natale con un tocco di Sicilia. Il Brontese di Pistì, un classico ormai del Natale, è un morbido impasto ricoperto da una golosa glassa al cioccolato bianco che racchiude al suo interno il prezioso oro verde dell’Etna. Tutto rigorosamente DOP. Il segreto dei panettoni Pistì sta nel loro impasto morbido e profumato, realizzato con acqua surgiva e il loro lievito madre curato di giorno in giorno fin dal 1968 e che viene lasciato lievitare lentamente fino a 36 ore per raggiungere la massima sofficità e digeribilità. Nel Brontese è racchiuso un cuore fatto di morbida e golosa crema al pistacchio con 100% Pistacchio Verde di Bronte DOP.

Panettone Brontese di Pistì

Panettone Acetaia Giuseppe Giusti 1605

Questo panettone nasce dall’incontro di Giusti con l’antica Pasticceria Muzzi. L’agrodolce del balsamico si sposa perfettamente con la fragrante morbidezza del panettone. L’Aceto Balsamico Giusti 3 Medaglie d’Oro viene utilizzato prima nell’impasto, poi per far macerare le uvette che risultano così più aromatiche e infine viene aggiunto in forma di crema in farcitura. Il consiglio dall’Acetaia è quello di servirlo tiepido, accompagnato da una pallina di gelato alla crema guarnita con aceto balsamico.

Talking Sofa, il nuovo format digitale di Fred Perry

Quattro ospiti d’eccezione, la DJ Ema Stokholma, l’artista Federico Clapis e il duo di cantanti Coma_Cose, si raccontano attraverso l’originale format digitale ‘Talking Sofa’ presentato da Fred Perry e sviluppato all’interno del primo store milanese del brand.

Vedi anche

Pitti Connect

Al via Pitti Connect

Inizia (in formato digital) la 99esima edizione di Pitti Immagine Uomo, i saloni dedicati alla moda maschile dell'inverno 2021/22. Ecco lo speciale di Icon.