Food

I migliori ristoranti gourmet della Costiera Amalfitana

di Paolo Briscese - 1 Settembre 2020

Tre indirizzi da annotare per il prossimo viaggio in Costiera. Per farsi cullare dolcemente da sapori e panorami d’incanto.

«Conosci tu la terra dove il limon fiorisce? Laggiù, laggiù voglio con te fuggire». Così scriveva Goethe della Costiera Amalfitana, attraversando il tratto di costa che da Vietri sul Mare arriva a Positano. Quando si parla di Costiera Amalfitana, oltre alla bellezza mozzafiato dei suoi luoghi incantati e incantevoli, è quasi impossibile non pensare alla cucina locale, essenziale per capire lo spirito del luogo. Una cucina ricca di sapori forti che strizza l’occhio alla tradizione ma che ama sperimentare.

Siamo andati in Costiera alla scoperta dei migliori ristoranti gourmet. Ecco i nostri tre indirizzi preferiti.

La Sponda - Positano
La vista dal ristorante lascia poco spazio all’immaginazione. Un promontorio di case intonacate di bianco con terrazze e finestre ad arco e poi la cupola del duomo di Positano, con le sue maioliche smaltate. La Sponda, all’interno dell’Hotel le Sirenuse, è uno dei ristoranti più romantici della zona. Prima di accomodarvi al ristorante, vi consigliamo di fare una piccola sosta allo Champagne Bar and Grill, dove un meraviglioso banco dei crudi, ricco di crostacei, ostriche e molluschi freschissimi, vi accoglierà solleticando occhi e papille. Varcato l’ingresso della Sponda invece si viene subito rapiti da un’atmosfera magica. Alla luce di quattrocento candele, cullati dalla musica di un duo mandolino e chitarra, gli ospiti respirano l’atmosfera della dolce vita locale davanti a un panorama mozzafiato. Se la location lascia d’incanto, la cucina non è da meno. Ispirata dalle grandi tradizioni culinarie di Napoli e il suo Golfo, la cucina mediterranea dell’Executive Chef Gennaro Russo conquista il palato con ricette contemporanea ma fortemente ancorata alla cultura del territorio e all’incredibile ricchezza delle sue materie prime. Da provare il menù degustazione da sei portate, una vera e propria esperienza in giro per il mondo, incentrata sui viaggi e le suggestioni dello chef.

Glicine - Amalfi
Cucina stellata di altissimo livello e vista mozzafiato sul Golfo di Amalfi. Perla del Santa Caterina, uno degli hotel più suggestivi della Costiera a picco sul mare, il ristorante Glicine è una tappa obbligata per gli amanti del fine dining. Circondato dai glicini da cui prende il nome, questo delizioso ristorante, con una bellissima vista mare e una splendida terrazza che guarda dall’alto la baia di Amalfi, ha fatto il suo ingresso nel firmamento delle stelle della Guida Michelin nel 2020, guadagnando una stella grazie allo chef Giuseppe Stanzione. La cucina propone sapori mediterranei con rivisitazioni moderne e divagazioni fusion utilizzando materie prime del posto. Fatevi consigliare dal Maître Domenico nella scelta di uno dei cinque menù degustazione proposti dallo chef, mentre per i vini, chiedete pure al sommelier Luca, sempre pronto a consigliarvi l’etichetta giusta, tra eccellenze vinicole italiane e internazionali. Nel menù tra i nostri preferiti ci sono le 
tagliatelline di semola di grano duro cacio, pepe e gamberetti di Nassa al profumo di limone. A fine pasto, il dessert a base di bufala e lampone è un must.

Rossellinis - Ravello
Materie prime eccellenti, cucina di livello, location da sogno. Il Rossellinis è uno dei luoghi tra i più suggestivi della Costiera Amalfitana, punta di diamante della ristorazione gourmet locale. Ambientato all’interno di Palazzo Avino, su una terrazza mozzafiato e in una sala interna, il ristorante (una stella Michelin) porta la firma Giovanni Vanacore, giovane chef napoletano che rende omaggio alla sua terra d’origine. Tra accostamenti inediti e dettagli inattesi lo chef propone un viaggio gourmet pensato per evocare sapori esotici ed esplorare culture lontane, pur mantenendo un solido legame con il luogo e le sua materia prima. Per una dining experience ancora più esclusiva, lo Chef’s Table invita quattro commensali alla volta a vivere l’incanto di una cena ispirata all’antico gioco napoletano della Tombola. Per aggiungere ulteriore meraviglia, la cena, servita di fronte a una finestra che dà sulla cucina, permette di ammirare una delle brigate più talentuose della regione all’opera.

 

Lexus, Auto Ufficiale della 77esima Mostra del Cinema di Venezia

La casa automobilistica giapponese è stata per il quarto anno consecutivo l'Auto Ufficiale del Festival, ma non solo. La Mostra è stata anche l'occasione per presentare in anteprima nazionale due nuovi gioielli: UX 300e - la prima vettura elettrica Lexus - e LC 500 Convertible.

Vedi anche

Cult

Letture per il presente: l'autunno

Torna l'appuntamento mensile dedicato ai consigli letterari. Un periodo incerto, in cui cambiano velocemente l'umore, il tempo, le intenzioni. Questa volta parliamo dell'arrivo dell'autunno. E di come affrontarlo con una buona lettura.