Uomini

Abito spezzato: sette regole per non sbagliare

di Valeria Ricca - 10 Ottobre 2019

L’abito spezzato è sempre un’ottima scelta per chi vuole un look raffinato, moderno e non convenzionale. Ecco i nostri suggerimenti per indossarlo al meglio.

In tutte quelle occasioni in cui il dress code impone un look elegante, optare per un completo coordinato è sicuramente la via più facile per essere impeccabili senza neanche impegnarsi troppo.

Ma in alcune circostanze anche l’abito spezzato può essere un’opzione da non sottovalutare.

Dalle giornate dietro la scrivania alla cerimonie che si svolgono al mattino: lo spezzato si rivela la soluzione giusta in una gran varietà di situazioni.

È una valida alternativa ai rigorosi abiti formali ed è una scelta vincente per chi deve vestirsi in modo elegante e raffinato ma vuole sfoggiare un look meno convenzionale del solito.

Il vantaggio dello spezzato è che dà la possibilità di giocare con il mix&match e di sperimentare nuovi abbinamenti con maggiore libertà. Ma “spezzare” un abito senza commettere cadute di stile può risultare meno facile del previsto.

Per quanto versatile, l’abito spezzato può nascondere infatti delle insidie e per ottenere un look ineccepibile non basta abbinare un po’ a caso giacche e pantaloni di colori e tessuti diversi, è opportuno avere qualche accortezza in più.

Quali sono i segreti per non sbagliare? Ecco 7 regole da seguire per non commettere errori.

1. Puntare su capi di ottima fattura e dal fit perfetto

Scegliere dei capi di alta qualità e che calzino a pennello è il primo passo per essere impeccabili con un abito spezzato.

L’ideale sarebbe puntare su giacche e pantaloni realizzati su misura ma - qualora non fosse possibile - basta impegnarsi un po’ di più durante l’acquisto e comprare solo capi di buona fattura che vestano davvero alla perfezione.

2. Fare attenzione ai tessuti

Il bello dell’abito spezzato è che consente di giocare con tessuti molto diversi, ma per avere un look elegante e raffinato è bene non esagerare con il mix&match.

I tessuti di giacca e pantaloni possono essere differenti ma è importante che siano sempre in sintonia tra loro. 

3. Abbinare al meglio i colori

Giacca blu e pantaloni beige, blazer grigio e chino bianchi, giacca a stampa check e jeans.

Che optiate per capi a tinta unita o dalle stampe multicolor, è bene non strafare con i contrasti e puntare su degli abbinamenti armonici.

Via libera anche al ton sur ton, ma per andare sul sicuro meglio prediligere diverse sfumature di uno stesso colore.

4. Non confondere le stagioni

Uno degli errori più comuni che si commette quando si indossa un abito spezzato è quello di mixare tra loro capi di stagioni diverse.

Indossare un blazer in lino con un paio di pantaloni invernali (o viceversa) non è proprio il massimo: bisognerebbe tenerne conto prima di uscire di casa.

5. Indossare i pantaloni giusti

Un’altra piccola accortezza da avere quando si vuole “spezzare” un abito?

Scegliere dei pantaloni adatti all’occasione.

Di sera i modelli dal taglio elegante dovrebbero essere sempre la prima scelta, di giorno invece sono concessi anche jeans dalle linee pulite e chino, purché non abbiano strappi, catene, borchie o altri dettagli super casual che stonerebbero con il look.

6. Non sottovalutare gli accessori

Come in qualsiasi outfit, i piccoli accessori possono fare la differenza anche quando si indossa un abito spezzato.

Cravatte, papillon, pochette e calzini sono i benvenuti per valorizzare al meglio i look eleganti: l’importante, come sempre, è scegliere quelli più giusti.

7. Non esagerare con la creatività

Se è vero che l’abito spezzato consente di esprimere al meglio la propria personalità e di sfoggiare look più moderni e originali, è anche vero che, specialmente in determinate occasioni, è bene evitare gli eccessi.

Less is more”: bisognerebbe sempre tenerlo a mente.

Vedi anche