Viaggi

Capodanno in America: 5 città dove festeggiarlo

di Alessandra Mattanza - 24 Dicembre 2018

L’ultimo dell’anno negli Stati Uniti, a New York, Washington, Los Angeles, San Francisco e San Diego. Approfittando per fare shopping con i saldi di gennaio

Le atmosfere natalizie contagiano di luci e decorazioni le città fino alle prime settimane di gennaio… Così passare il Capodanno negli Stati Uniti è sempre un’esperienza bellissima. E si può scegliere se farlo sotto il sole, sulla costa ovest, o, magari, con la neve, sulla costa est. Tantissime sono le possibilità in questo Paese per un Capodanno fuori dall’ordinario e poi si può approfittare dei saldi di gennaio (che in USA sono famosi ovunque per offrire sconti anche del 70 o 80 per cento), anche in grandi magazzini che si trovano in tutti gli Stati come Macy’s o Bloomingsdale’s.  

1. New York, a tutto divertimento:
Manhattan è la capitale della movida a 360 gradi. Public è l’hotel di Ian Schrager, il co-fondatore del leggendario Studio24 (che è ora un teatro e dove tra l’altro, fino al 13 gennaio 2019, è in scena The Lifespan of a Fact con Daniel Radcliffe e Bobby Cannavale). Le camere sono tutte di incredibile design e comfort, anche quelle standard più piccole, e spesso con vista spettacolare, anche se si consiglia di richiedere magari una suite, che ha pure intere pareti di vetro. L’ambiente è molto high-tech, con addirittura check-in al computer. Ma tutto è in genere una “patria” del divertimento garantito con Public Kitchen, il ristorante di Jean-Georges (pure le pizze sono ottime!), Louis, che vanta lo slogan “grab and go”, dove si possono prendere anche un’insalata o un panino al volo, Diego, una lounge molto esclusiva, dove si sorseggiano cocktail, come a The Roof, un bar che ha una vista spettacolare su tutta la città. Perfino al Lobby Bar si scopre spesso aria da party, anche se è Public Arts (per Capodanno vi ha luogo una delle feste dell’anno: New Year’s Eve Disco Masquerade) dove la musica imperversa. E' la prima nuova idea dopo Studio54, di creare un Rinascimento della notte, con perfino eventi culturali, sociali e un luogo che è stato definito una “party machine”, dove si balla tutta la notte, con anche performance multi-mediali, dalle proiezioni di film, a giochi di luci, a sperimentazione di artisti avventurosi e mostre a rotazione. E, ad addirittura, serate dedicate alla “comedy night”, mai tanto di moda da quando la serie TV “Marvelous Mrs. Maisel” (ora alla seconda stagione), ambientata principalmente a New York, ha avuto un successo incredibile. Il Mandarin Oriental (che tra l’altro ha appena nominato suo nuovo protagonista della campagna pubblicitaria “Fan” l’attore Stanley Tucci, che supporta l’UNHCR, l’agenzia mondiale per i rifugiati delle Nazioni Unite) è un altro posto davvero speciale dove trascorrere il Capodanno, con vista su Central Park, una piscina spettacolare, e non lontano pure da Times Square (tra i party migliori qui c’è quello al Ribbon Nightclub & Lounge)… Per qualcosa di straordinario c’è la Suite 5000, con tre camere da letto, vista che arriva perfino fino al fiume Hudson River, e arredata con un design contemporaneo che sposa arte e moda insieme. Qualcosa di certo da non perdere sono i cocktails, che vengono serviti con una scelta da gourmet da parte dello chef di tapas gastronomiche, a The Aviary NYC. Hanno veramente l’aspetto di miscele realizzate da un alchimista, con una presentazione sorprendente. Il Four Seasons Downtown si trova tra il quartiere di Tribeca, dove vivono molte celebrity tra cui Jake Gyllenhaal, Ryan Reynolds e Blake Lively, Justin Timberlake, Jennifer Lawrence e che vanta tantissimi ristoranti come The Odeon o Tribeca Grill, di proprietà di Robert De Niro, e il quartiere finanziario. Vanta alcune delle migliori, e più grandi suite della città, con una piscina grande e bellissima, condivisa perfino dai residenti. Il suo bar è sempre interessante da frequentare, anche verso le 18, quando tantissimi uomini d’affari di Wall Street vi si recano a prendere un drink. Poco distante vi si trova il famoso outlet Century21, ideale per fare shopping sia per lei che per lui (e per bambini, prodotti di bellezza e accessori per la casa) e che a gennaio promuove sconti da favola. Il nuovo Mr. C Seaport, dei fratelli Cipriani, Ignazio e Maggio Cipriani, e prediletto sia da uomini d’affari che da modelle, offre un ambiente contemporaneo di grande eleganza e accoglienza europea e moderno design nel cuore dello storico South Street Seaport, un posto ottimo per vedere i fuochi d’artificio sull’acqua. A Downtown tra i party migliori ci sono quelli di Tao Downtown e  quello della Highline Ballroom.

2. Washington, a tutta politica:
questa capitale è sempre più interessante e vibrante. E a novembre è partita pure la sesta stagione della famosa serie TV “House of Cards”, con Robin Wright e Diane Lane. Per chi è democratico un ottimo posto dove andare è lo storico hotel Hay Adams. Chi è conservatore, invece, può optare per il Trump International Hotel Washington. Una bella festa, molto glamorous, è quella a The Watergate Hotel. Tra i party più divertenti c’è quello in maschera all’International Spy Gala, in tema spie, allo Washington Plaza Hotel. Svariata è la scelta nei diversi ristoranti e locali dell’MGM National Harbor, a Maryland, che ha pure un grande casinò, per tentare la fortuna nel 2019.

3. Los Angeles, con le star:
per incontrare di sicuro le celebrity, che spesso sorseggiano cocktails o nuotano nella sua piscina di acqua salata circondata da un giardino mediterraneo con anche limoni, è il Four Seasons Los Angeles at Beverly Hills. Ha di recente rinnovato le suite, con uno stile wellness, pensato per il benessere fisico e mentale e un design nuovo, minimalista e sofisticato. Dai loro balconi si possono vedere anche i fuochi d’artificio su tutta la cittá, altrimenti si può festeggiare al famoso ristorante Culina. Vinoteca è invece una sorta di wine & espresso bar, con piatti di cucina italiana, che ha portato la moda della colazione o aperitivo all’italiana tra le star. Da Widows Lounge si fa invece musica dal vivo ogni venerdì e sabato. Cabana Restaurant è il ristorante presso la piscina, noto per le sue insalate antiossidanti. Altri posti dove andare qui vicino sono il Caffé Roma o MrChow Beverly Hills. Un’altra mecca delle star è Chateau Marmont a West Hollywood, o, per passare un periodo indimenticabile su una delle spiagge più belle del mondo c’è l’esclusivo Malibu Beach Inn con camere con balcone che guarda l’oceano e spiaggia privata a Carbon Beach, dove hanno casa moltissimi attori e modelle. Il suo ristorante CBC è un’esperienza altrettanto speciale, recentemente rinnovato dal famoso designer Waldo Fernandez, in uno stile che si ispira a quello del Pacifico e del Mediterraneo e menù stagionale, con prodotti del vicino One Gun Ranch. Al bar mixologist servono cocktail d’autore. Se volete, invece, ritrovare l’atmosfera della canzone “California Dreamin’”, con tanto surf e vita da spiaggia, recatevi alla Beach House a Hermosa Beach, dove c’è il molo dove hanno girato il film “La La Land”. Qui il party più bello è direttamente sulla sabbia, o si può andare a Tower 12.

4. A San Francisco tra arte, high tech, surf:
il Fairmont Hotel, a Nob Hill, ha le decorazioni di Natale più belle, con una vera e propria classica installazione all’ingresso che consiste in un grande albero, una gigantesca casa di panpepato, con tanto di trenino, e altri personaggi caratteristici che occhieggiano da scale e pareti, come dal soffitto. Spettacolari per passare un Capodanno tra amici è la Penthouse Suite, oppure esiste, per tutto l’anno, un pacchetto dedicato a uno dei clienti più famosi: il “Diplomat Tony Bennett Suite”. Molto popolari e alla moda sono tutti i suoi locali, come il caliente Tonga Room & Hurricane Bar, con musica dal vivo e il miglior Mai Tai della città, e il Laurel Court Restaurant & Bar, ideale anche per drink dopo il lavoro. Per passare un Capodanno sulla spiaggia ci sono la Cliff House, oppure ci si può spingere fino a The Ritz-Carlton, ad Half Moon Bay, o il Pacifica Beach Hotel, sull’omonimo lido prediletto da tanti surfisti. Non perdete nemmeno la mostra “Gauguin: A Spiritual Journey”, al De Young Museum, dentro il Golden Gate Park, e “China Now” al MoMA, con tutto sulla Cina. E’ un’interessante ispirazione per scoprire anche la Chinatown cittadina, una delle più vivaci di tutto il mondo, anche se qui l’Anno Nuovo, secondo il calendario cinese, si celebra il 23 febbraio.

5. Da San Diego al Messico, sotto il sole:
Pacific Beach
è una delle zone più animate, con pure una stupenda spiaggia e un bel molo. Uno dei party più belli si svolge sulla barca storica del Catamaran Resort Hotel and Spa, che si affaccia sulla baia Mission Bay, dove si praticano molti sport, e famoso anche per il suo bel ristorante, Oceana Coastal Kitchen (noto pure per il brunch domenicale), e per i suoi animali, tra cui diversi pappagalli addestrati. E’ arredato e costruito in stile polinesiano, con una spettacolare cascata in una foresta tropicale all’entrata. Molto elegante è il gala allo storico Hotel del Coronado, che vanta una spiaggia spettacolare, oltre che una suggestiva comunità, quella più benestante di tutta la città, che vive una “dolce vita” tra ristoranti, caffè e piccole botteghe artigianali. Qui si può anche fare l’esperienza di pattinare sul ghiaccio in riva all’oceano. Per chi ama il golf, si consiglia The Lodge at Torrey Pines, che, in stile scozzese, si sviluppa in una foresta di pini, con una grande piscina e due ristoranti, ai margini di uno dei campi da golf prediletto da Tiger Woods che finisce in un’altra scogliera a picco sull’oceano. La movida non finisce mai al Pendry Hotel, nel Gaslamp Quarter, il quartiere più famoso per uscire la sera, che brulica letteralmente di tanti locali alla moda. E’ caratterizzato da un design contemporaneo e futurista, mentre tutto l’anno vi si fanno feste incredibili presso la piscina. Al suo interno si trovano sei ristoranti, tra cui quello glamour Lionfish, Fifth & Rose, amato anche per il suo bar dove si servono cocktail eccellenti, la birreria Nason’s Beer Hall e il nightclub Oxford Social Club. Per festeggiare o cominciare bene il Nuovo Anno si può da qui raggiungere il Messico, Tijuana, dove gli americani vanno a divertirsi nei bar e che ha l’aspetto ancora di una “terra di frontiera”, oppure la più elegante Acapulco.

Vedi anche