Le 10 città più verdi del mondo
Unsplash.comb

Le 10 città più verdi del mondo

di Carolina Saporiti

La classifica è stata stilata tenendo conto criteri come qualità dell’aria, ampiezza delle aree pedonali e sistema di raccolta differenziata. Sul podio, al primo posto, Vienna, seguita da Monaco di Baviera e Berlino.

Ogni anno Resonance Consulting, gruppo di consulenza per immobili, turismo e sviluppo economico con sede a Vancouver e New York, pubblica un report stilando la classifica delle città migliori al mondo. E quando si considerano fattori come il meteo, la diversità culturale o la vita notturna, Londra è in cima alla lista delle migliori città del mondo, ma in termini green, la classifica cambia ed è Vienna in cima alla classifica delle città più verdi al mondo di Resonance, rilasciata nel 2020.

Per determinare quali città valutare, Resonance si è affidata su Tripadvisor, scegliendo le 50 più visitate al mondo, calcolando il numero totale di recensioni ricevute. Per questo nella classifica, per esempio, non compare Copenaghen che pur sappiamo essere una città super green. Per creare l’indice delle città più verdi, Resonance ha classificato quelle 50 città in base a nove diverse metriche: percentuale del territorio dedicato al verde pubblico;  percentuale del fabbisogno energetico totale soddisfatto da fonti rinnovabili; percentuale della popolazione che utilizza i mezzi pubblici per recarsi al lavoro; livello di inquinamento atmosferico; consumo di acqua pro capite; estensione delle aree pedonabili; ampiezza del riciclo; ampiezza del compostaggio; numero di mercati di agricoltori. 

Cosa rende, dunque, Vienna così verde? Per prima cosa, la capitale austriaca ottiene il 30% del suo fabbisogno energetico totale da fonti rinnovabili, inoltre metà della sua popolazione utilizza i trasporti pubblici per recarsi al lavoro. Vienna ha poi molti spazi verdi pubblici, un ottimo programma di raccolta differenziata e compostaggio e conta 135 mercati di agricoltori.

Ecco, l’intera classifica delle città più verdi al mondo:

Vienna, Austria
Monaco, Germania
Berlino, Germania
Madrid, Spagna
San Paolo, Brasile
Manchester, Regno Unito
Lisbona, Portogallo
Singapore
Amsterdam, Olanda
Washington DC.

Se città come Vienna e Amsterdam (città dove il governo ha stabilito che entro il 2030 non ci saranno più auto a benzina e diesel) non ci stupiamo di trovarle all’interno di questa classifica, altre invece potrebbero lasciarci più perplessi, come per esempio San Paolo o Manchester. In realtà anche città come queste hanno totalizzato buoni punteggi grazie alle aree pedonabili, ai mercati e anche - forse con più sorpresa - alla qualità dell’aria.

Ecco, una a una, le città più verdi del mondo e le motivazioni

Vienna, Austria
Il luogo di nascita del Modernismo ha abbondanti parchi pubblici e un ottimo sistema di mezzi pubblici. Questo risultato deriva da una storia di pianificazione urbana metodica, dal City Park ispirato ai giardini inglesi (aperto nel 1862) al grande parco nazionale appena fuori città (Nationalpark Donau Auen). Vienna è anche il punto di riferimento europeo per il trasporto pubblico, con quasi la metà della popolazione della città in possesso di un abbonamento  annuale che viene utilizzato quotidianamente.

Monaco di Baviera, Germania
È una delle città più facili in cui spostarsi, ha un sistema di trasporto pubblico di altissimo livello. In futuro, grazie ai recenti investimenti in infrastrutture per la mobilità urbana, il numero di automobili in città si ridurrà notevolmente. E per questo, la città ha l’aria migliore rispetto a qualsiasi altro centro urbano analizzato per stilare questa classifica.

Berlino, Germania
Con abbondanti spazi pubblici e parchi cittadini, Berlino sembra una città pensata per camminare. I berlinesi sono anche incredibilmente consapevoli del loro impatto sul pianeta e sono tra i cittadini che utilizzano meno acqua pro capite in Europa e che optano per l'uso del trasporto pubblico ogni volta possibile.

Madrid, Spagna
Madrid ha molti spazi verdi nel suo centro urbano, di cui alcuni particolarmente belli e curati come i giardini botanici. La città è anche molto “pedoni-friendly” grazie a progetti recenti come quello che ha reso il viale Gran Via del centro pedonabile e quindi molto più piacevole e sicuro.

San Paolo, Brasile
Leggere il nome di una megalopoli in questa classifica può sembrare molto strano, ma la sua natura multietnica fa sì che ogni giorno ci siano moltissimi mercati di agricoltori da cui si riforniscono tutti i cittadini. È anche una delle città con la più alta percentuale di utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili.

Manchester, Regno Unito
Piccola e pianeggiante, Manchester è una città ricca di storia e arte da scoprire… passeggiando o utilizzando un mezzo pubblico, se la distanza tra un luogo e l’altro fosse troppa. L’attenzione alla cucina, poi, è uno dei motivi per cui ci sono così tanti mercati agricoli in città.

Lisbona, Portogallo
La capitale portoghese è una città bellissima da esplorare a piedi senza troppi programmi. Anche in questa città, sono moltissimi i mercati di contadini dove i cittadini vanno a fare la spesa. Ma Lisbona è in classifica anche grazie agli ottimi programmi di raccolta differenziata e compostaggio.

Singapore
La città stato è verdissima e rigogliosissima e in generale l’amministrazione ha a cuore i suoi cittadini per esempio esiste una legge per tutelare i cittadini che stabilisce prezzi accessibili degli immobili. I parchi della città non sono solo belli, infatti si stanno trasformando in giardini terapeutici per gli anziani della città.

Amsterdam, Paesi Bassi
Amsterdam, grazie alla sua morfologia e architettura, è sempre stata una città da scoprire a piedi o in bicicletta. A rendere ancora più magica e affascinante l’atmosfera il sistema di canali e il suo sistema di trasporto pubblico che include anche alcune imbarcazioni e che è molto usato sia dai residenti sia dai turisti.

Washington D.C., Stati Uniti
La capitale degli Stati Uniti è sempre stata un’oasi verde, costellata di piazze e parchi pubblici. Oggi gli abitanti di Washington hanno anche a disposizione il Wharf, una zona di nuovi uffici, abitazioni, spazi commerciali, una marina, ma anche parchi e spazi pubblici lungo un tratto del fiume Potomac. E anche qui, grazie all’attenzione alla gastronomia, i mercati di contadini sono numerosissimi.

Questa classifica dimostra che le buone pratiche sono possibili ovunque: anche nelle grandi città si possono implementare soluzioni green.