Le 5 città italiane più bike friendly
GettyImages

Le 5 città italiane più bike friendly

di Rita Bossi

Ritmi lenti, attenzione all’ambiente e sano movimento. In Italia non è difficile trovare piste ciclabili anche in città. Ecco 5 tour in città italiane perfetti per viaggiatori sulle due ruote

La bicicletta si sta affermando sempre di più come il mezzo più sostenibile per eccellenza; si ha tempo di fermarsi ad apprezzare le bellezze dei luoghi senza stress, rispettando la natura che le circonda. In Italia sono molte le città con ciclovie e piste ciclabili. Eccone 5 da non lasciarsi sfuggire.

Giringiro delle antiche mura di Lucca

Il centro storico di Lucca è un’enorme isola ciclo-pedonale al riparo dalle auto. La bici è l’ideale per visitare Piazza dell'Anfiteatro, il Palazzo Ducale, la Torre dell’orologio, Piazza San Michele e il Duomo, perdendosi tra i caratteristici vicoli pedonali e soprattutto per fare il giro completo dell’antica cinta muraria della città: l’itinerario delle mura copre circa 4,5 chilometri con diversi punti dove è possibile noleggiare le bici. Il percorso è costellato di comode discese da cui si accede al centro città. In bici si possono raggiungere anche le ville e le pievi dei dintorni, come Villa Oliva e Villa Grabau.

2 Lucca
GettyImages
Piazza dell'Anfiteatro, Lucca

In sella alla scoperta delle bellezze di Bologna

E' una città amica della bici. In un centro dove le macchine non posso passare, la bici è la soluzione perfetta, per godere delle bellezze architettoniche e i segreti di Bologna. Passare tra le due famose Torridegli Asinelli e Garisenda –, o costeggiare i Portici UNESCO e giungere a Piazza Maggiore, racchiusa nei quattro lati da edifici stupendi, risalenti al tardo 1200, come Palazzo D’Accursio (sede del municipio), Palazzo Podestà, Palazzo Re Enzo e la Basilica di San Petronio, famosa per la gigantesca meridiana che si trova al suo interno. Se ci si trova nei dintorni per l'ora di pranzo, a due passi c'è L'osteria del Cappello, tipico locale bolognese, dove si mangiano le più buone tagliatelle al ragù. Prima di risalire in sella, è d'obbligo una visita alla Casa Lucio Dalla, nella centralissima via d'Azeglio, e/o fare tappa al Museo Civico Archeologico per la mostra che riguarda sempre il grande artista, “Lucio Dalla. Anche se il tempo passa”, visitabile fino al 17 luglio prossimo.

3 Bologna
Bologna Welcome
In centro a Bologna

Scoprire Trieste senza fretta

Piazza Unità d’Italia è un perfetto punto di partenza anche per i turisti slow che si mettono in sella per conoscere la città. Con i suoi 12.280 metri quadrati si tratta della piazza aperta sul mare più grande d’Europa. Per una passeggiata in bicicletta piacevole, ammirando le bellezze di Trieste, si può iniziare dal caffè per arrivare al castello di Miramare, due simboli della città. Accanto al meraviglioso palazzo del Municipio e il suo torrione con orologio, in piazza Unità c’è il Caffè degli Specchi, storico salotto cittadino, dal 1839. Habitué ai suoi tavoli James Joyce, Italo Svevo e Franz Kafka. Dal molo Audace, di fronte alla piazza, fino al castello di Miramare, il tragitto in bici è breve (circa 9 chilometri) ma incantevole. Tappa obbligata, sulla Riva Tre Novembre, il Canal Grande, realizzato fine Settecento. Procedendo verso la stazione centrale si supera il giardino di piazza della Libertà per raggiungere il viale Miramare, la strada costiera che porta fino all’omonimo castello. La vista sul golfo è magica. Si parcheggia la bici e si prosegue a piedi all'entrata del Castello di Miramare: un palazzo regale coronato da 22 ettari di parco, in un tripudio di piante rare e un’area marina protetta. Al rientro pit stop alla meravigliosa caffetteria/ristorante/libreria Antico Caffè San Marco, un altro famoso caffè storico della città.

4 Trieste
Poletti
Molo Audace Trieste

A Pesaro pedalando in riva al mare

Qui il comune ha istituito la Bicipolitana, un sistema di ciclabili suddiviso in più linee strutturato come la rete di una metropolitana. Le linee collegano varie zone della città di Pesaro. Una prima sosta si può fare lungo viale Trieste per una passeggiata al mare, nella gradevole promenade animata dai tanti locali sulla spiaggia. Si raggiunge piazzale della Libertà e ci si ferma di fronte ad uno dei simboli della città: la Sfera Grande dello scultore Arnaldo Pomodoro. Proprio sulla piazza si trova uno degli esempi di architettura Liberty più importanti di Italia, il Villino Ruggeri. Da piazzale della Libertà si pedala verso il centro e ci si immette in via Rossini, uno degli ingressi al centro storico della città, che porta il nome del suo più illustre cittadino. Dalla Casa Natale di Gioacchino Rossini si passa per Piazza del Popolo e si prosegue fino al Teatro storico intitolato al grande compositore pesarese. Da qui è possibile unire alla visita culturale una gradevole pedalata nel verde raggiungendo il bellissimo Parco Miralfiore e rilassarsi sulle sponde del laghetto.

5
GettyImages
Sul mare

in bici sfrecciando tra le meraviglie di Ferrara

Il centro storico di Ferrara è visitabile da un punto all’altro sfrecciando in sella alla propria bicicletta e permette di godere delle meravigliose forme architettoniche di rara bellezza. Il Palazzo dei Diamanti che racchiude un prezioso gioiello nascosto fra le sue mura, il Castello Estense con il fossato d'acqua unico nel suo genere in tutta Europa e il Duomo dedicato a San Giorgio. Racchiusa come uno scrigno da ben 11 chilometri di alte mura difensive, è possibile girare la città sulle due ruote, usufruendo della pista ciclabile per arrivare fino al parco dedicato a Giorgio Bassani, le cui spoglie sono sepolte nel Cimitero Ebraico. Si possono esplorare anche i dintorni, lungo la cicloturistica per Bondeno: si lascia la città e il suo traffico e si attraversano strade percorribili dalle biciclette e quasi prive di transito. A Bondeno sosta per ammirare la Rocca Possente di Stellata, manufatto originario dell’anno 1000 e successivamente potenziato e ampliato dagli Estensi quale difesa da eventuali attacchi dal fiume ai loro territori.

6 Ferrara
GettyImages
Il centro storico di Ferrara