Natale a San Francisco


Vacanze natalizie: cosa fare, dove andare nella città californiana

di Alessandra Mattanza

Passare il Natale e il Capodanno in questa città è un’esperienza bellissima, data l'atmosfera frizzante e vivace che vi si respira, con la gente piena di voglia di divertirsi e di celebrare. Negli ultimi anni, inoltre, San Francisco, famosa anche per la sua nebbia, ha goduto di un clima particolarmente mite con giornate di sole intenso, cielo blu e ottime temperature, mai troppo calde o troppo fredde. In questo momento è anche  in pieno boom tecnologico e imprenditoriale e artistico. E molte star di Hollywood, attori e registi, e diversi produttori, come Michelle Pfeiffer e Sharon Stone, hanno non a caso deciso di vivere qui. 

Una moda locale al momento è quella di organizzare party in stile vittoriano, con gli ospiti vestiti con abiti a tema storico, ricordando il passato della città. Fino al 17 dicembre The Great Dickens Christmas Fair (che si ripete ogni anno), dentro The Cow Palace, una sorta di grande complesso, fa immergere nella Londra e nel mondo dello scrittore Charles Dickens. Ci sono diverse bancarelle che vendono arte e prodotti artigianali in tema, ristoranti e chioschi di cibo dello stesso genere, ma soprattutto gente vestita in maschera e in costume, tanti attori e artisti professionisti (e tra loro si “nascondono” talvolta celebrities), che ballano e cantano, come recitano la loro parte di personaggi di quell’era.

Un mercatino tradizionale da non perdere è quello di Union Square, dove si trova un grande Albero di Natale e una pista di pattinaggio sul ghiaccio (fino al 15 gennaio dalle 10 alle 23.30), presso cui si fanno eventi e festa con musica fino a sera tardi. Di fronte c’è il famoso e storico grande magazzino Macy’s, che propone sempre tanti interessanti eventi in calendario (fino al 23 dicembre si può fare una fotografia con Santa Claus) o offerte di saldi, molto interessanti specialmente nel periodo delle vacanze. Il primo gennaio ha luogo invece il Polar Bear Skate (dalle 14 alle 15.30) con tante modelle in bikini che ballano sui pattini vestite da orsi polari. Altri alberi di Natale spettacolari sono quello davanti al City Hall e quello, più divertente, del Pier 39, il molo famoso, oltre che per i suoi ristoranti e negozi turistici, e per le chiassose foche del molo.

Tra le bancarelle, rigorosamente organic, del Ferry Building, di fronte a cui si trova pure una pista di pattinaggio sul ghiaccio all’Embarcadero Plaza, si scoprono diversi locali e ristoranti che sperimentano vari tipi di gastronomia, come il leggendario The Slanted Door. Al centro commerciale Embarcadero, che ospita boutique dei più famosi stilisti, si possono scoprire decorazioni e vetrine altrettanto spettacolari.

Sempre più attivi sono i musei a San Francisco, che alcune sere si trasformano in nightclub dove fare party e ballare, come l’Exploratorium e la California Academy of Sciences. Tra le mostre più interessanti ci sono i ragni di Louise Bourgeois (fino al 28 gennaio 2018)) e le opere e installazioni stravaganti di Robert Rauschenberg (fino al 25 marzo 2018), al SF MOMA, e quella che esplora un avvincente parallelismo tra Gustav Klimt e Auguste Rodin a The Legion of Honor. A The Walt Disney Family Museum si può invece scoprire come la famiglia Disney trascorreva i suoi Natali. Fino al 7 gennaio a San Francisco c’è anche il musical Aladdin da Broadway.

I diversi hotel hanno tutti iniziative per Natale e Capodanno e sono diversi, a seconda del gusto e delle preferenze di ciascuno, andando nella direzione della cittá, che cerca sempre più di soddisfare un’eccellente qualità della vita, privilegiando il piacere. Il Westin St Francis ha ogni anno un tema supernatalizio, come una parata nel salone di entrata di gigantesche torte di zucchero, tra cui un castello, alla cui base corre un velocissimo trenino (fino al 2 gennaio) e non perdete anche un drink al bar, prediletto perfino da tanti locali dopo il lavoro. The Stanford Court Hotel, che è in pieno rinnovo tecnologico e business, con design, app e servizi sempre più cool (tra questi addirittura un personal trainer sportivo virtuale con computer in una palestra con vista su cable car che vanno su e giù per California Street), è ideale per uomini d’affari e imprenditori, che spesso vi vivono per mesi, creativi e single. Lo storico e tradizionale Fairmount Hotel, oltre che un gigantesco albero di Natale, ha anche una casetta di panpepato al suo interno, oltre ad altre decorazioni veramente spettacolari. E’ ideale per un soggiorno romantico o per tante famiglie con bambini. The Ritz-Carlton è un’altra meta prediletta da tanti uomini d’affari come da tutti coloro che amano il lusso esclusivo.

Tra i migliori ristoranti dove trascorrere le feste si consigliano Michael Mina, 1300 on Fillmore, The Cavalier, tutti i ristoranti della Cliff House, Tosca, The Black Cat, noto pure come famoso jazz club. Posti molto hip al momento sono The Snag, un nuovo locale dello stesso chef Mina, International Smoke, che mescola il barbecue americano, coreano e cubano e vanta pure ottimi vini e cocktail, Villon con il bar sul tetto Charmaine’s, Robin e Barcino.

Un’iniziativa speciale, per un Natale e Capodanno diversi, è poi Illuminate SF – Festival of Light, con installazioni di luci eco-friendly che illuminano alberi e diversi monumenti della città, perfino automobili, con eventi, feste, passeggiate nei quartieri alla scoperta delle opere artistiche in tema. E’ un progetto creato da imprenditori, artisti, esperti di tecnologia e perfino di musica (dato che le luci a volte sono collegate a temi musicali con app…), un esplosivo mix dello spirito della nuova San Francisco.

Per gli amanti dei fumetti e della musica, come gli appassionati di Charlie Brown, da non perdere pure A Charlie Brown Christmas with the SF Symphony, con un’orchestra che il 24 dicembre alla Davies Symphony Hall interpreta musiche ispirate dal personaggio e performance di ballo.