Viaggio nell’East Coast siciliano
GettyImages

Viaggio nell’East Coast siciliano

di Rita Bossi

Un itinerario alla scoperta del meglio della sponda orientale dell’isola. Mare incantevole, panorami mozzafiato, natura incontaminata e splendide città d’arte. Ecco i luoghi più gettonati

La Sicilia sud-orientale, con Taormina, Siracusa e Noto, è la zona più richiesta della Sicilia, particolarmente durante la stagione estiva. Programmare un viaggio da queste parti di fatto offre una marea di cose: meravigliose città d’arte, mare blu, natura incontaminata, e non ultima, una cucina pazzesca con una varietà di sapori difficili da dimenticare. Tantissime le cose da vedere e da fare. Ecco quelle da non perdere assolutamente.

Catania, la città nata tra l'Etna e il mare

La città di Catania giace ai piedi dell'Etna, il più grande vulcano attivo d'Europa. Metropoli del Sud, ha il cuore pulsante nella zona da corso Italia fino al mare, dove fare affari (e incontri) tra wine bar, librerie e boutique con griffe. Il suo pregio è soprattutto monumentale, con i resti d'epoca greca e romana incastonati tra graziosi edifici barocchi forgiati con la lava e con il tufo color miele. Perciò la chiamano “la signora in bianco e nero”, per quelle ardite architetture in pietra vulcanica e calcarea, patrimonio dell'umanità protetto dall'Unesco. E' impossibile passare da Catania senza salire sull'Etna. L’escursione sul vulcano è decisamente uno dei tour più affascinanti che si possano fare durante l'anno. Meglio in estate quando non fa ancora troppo caldo e le giornate sono limpide e soleggiate. Inoltre durante la bella stagione si moltiplicano le attività da fare. Dai percorsi in bici, ai trekking, alle gite in sella ad un cavallo e ad un asino. Si può salire al tramonto o dormire in quota per poi vedere l’alba.

L'Etna, il più grande vulcano attivo d'Europa - East Coast siciliano
GettyImages
L’escursione sull'Etna è uno dei tour più affascinanti da fare

Taormina, l'“Hollywood” mediterranea

Seguendo a nord, il litorale profumato di zagare e bagnato dallo Ionio, si arriva a rendere omaggio alla diva di Sicilia. Taormina, “Hollywood” mediterranea, con i suoi santuari internazionali di mondanità ed eleganza, è sempre sempre illuminata da un firmamento di celluloide, convocato presso i suoi esclusivi lidi per la rassegna d'arte che sul palco del Teatro greco-romano, da giugno ad agosto, inscena danza, musica, prosa e cinema. Il centro storico si estende principalmente lungo Corso Umberto, completamente pedonale, racchiuso a sud da Porta Catania e a nord da Porta Messina. Percorrendolo in tutta la sua lunghezza si incontrano piazze, palazzi, chiese e belvedere, ma anche tanti negozi in particolare di ceramiche colorate e ristoranti prestigiosi. Tra i luoghi di maggior interesse della città, Villa Comunale dove passeggiare circondati da piante rare e alberi secolari, godendosi uno dei panorami più belli della costa orientale della Sicilia.

Taormina, “Hollywood” mediterranea - East Coast siciliano
Tra i luoghi meravigliosi di Taormina, Villa Comunale, uno dei più panoramici della cittadina

Siracusa, città dal fascino senza tempo

Storie di distruzioni e di rinascita, di gloriose civiltà sono documentate dagli strati sovrapposti del patrimonio artistico monumentale di Siracusa dove sono protagonisti gli albori del Cristianesimo nelle catacombe sotterranee di San Giovanni e la Magna Grecia, con il tempio dorico inglobato nelle navate barocche del Duomo e con il Teatro greco che domina l'area archeologica delle Latomie. La città sfuma verso il fiume Ciane, oasi naturale di canneti e rigogliosi papiri. Si abbandona quindi verso il mare lungo una costa bassa e incontaminata. Di fronte a Siracusa c’è un piccolo isolotto, Ortigia, la perla, più famosa di questa provincia, con il suo quartiere fermo nel tempo, scisso tra mura, castelli, fontane. Una tappa divertente? Il mercato della città, presente tutti i giorni della settimana (esclusa la domenica) con numerosi banchi di prodotti tipici: un trionfo dei sapori e della gastronomia siciliana. Sulla strada provinciale che corre verso sud, si imboccano che recano le indicazioni di spiagge segrete. Così si scoprono Cala Mosche, una piccola baia stretta tra due promontori rocciosi e lambita da un mare cristallino.

Siracusa, città dalle mille storie - East Coast siciliano
iStock
Siracusa ricca di monumenti e storia, è una delle più belle città del mediterraneo, dichiarata patrimonio mondiale dell'Unesco

La Valle di Noto: ecco il Barocco siciliano più bello

In alto, sul colle Meti, sorge Noto, capitale del Barocco, - nel 2002 il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO -, plasmata nella pietra chiara color miele. La città è attraversata dal lungo asse di corso Vittorio Emanuele, simile a una quinta teatrale con facciate ricche ed elaborate. Dalle Colonne di Palazzo Ducrezio, alla scalinata a tre rampe che sale alla Cattedrale, dal monastero di San Salvatore al Palazzo Landolina. A Noto ogni strada regala scorci che continuano a incantare, come le spiagge di Noto Marina e il borgo peschereccio di Calabernardo, alla foce del fiume Asinaro. Da qui la strada corre tra gli agrumeti fino ad Avola, ricostruita con pianta esagonale dopo che il terremoto distrusse il vecchio centro, in alto sulla collina. Dal belvedere della città antica si gode un panorama sulla valle del fiume Cassabile. In Val di Noto, due sono i luoghi straordinari: Marzamemi, un luogo dove sembra che il tempo si sia fermato agli anni '50, con la piazza della chiesa, il centro storico con casette basse affacciate sullo Ionio e i resti della vecchia tonnara, e qualche caffè dove sedersi per ammirare il porto pieno di barche, e la spettacolare Oasi di Vendicari, una delle zone più selvagge del litorale ionico, nascosta dietro le ex-saline a ridosso della quattrocentesca Torre Sveva.

A Noto ogni strada regala scorci che continuano a incantare - East Coast siciliano
GettyImages
Noto, capitale del Barocco, nel 2002 il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO

Ragusa e dintorni

Un reticolo di muretti a secco circonda vecchie masserie e disegna i campi tra Ragusa e il mare. Alle spalle le lunghe spiagge di sabbia fine di Marina di Ragusa, il lido del capoluogo, fondato dagli arabi nel IX secolo. Superati i magazzini, i palazzi di periferia e il traffico caotico del centro, si possono ritrovare i silenzi e i suoni di un tempo nel reticolo delle vie di Ibla, la città antica scenograficamente adagiata su un vallone dirupato, ai piedi di Ragusa. Cuore di Ibla è piazza San Giorgio, dominata dall'imponente facciata barocca della vecchia cattedrale, chiusa da una preziosa cancellata. Le forme di Barocco hanno plasmato anche Modica, per secoli il principale centro della Sicilia feudale, città gioiello incastonata tra le rocce iblee. Il mare d'Africa dista poco più di dieci chilometri, lungo la strada che taglia le pendici degli Iblei, ai cui margini sorge Scicli, adagiata in una conca. Nominata patrimonio UNESCO nel 2002, è una tappa d’obbligo per chi visita il sud est della Sicilia e per tutti fan della serie televisiva Il Commissario Montalbano, che ritroveranno qui le location più famose del set.

Ragusa Ibla è l'antico centro storico della città di Ragusa - East Coast siciliano
GettyImages
Ragusa Ibla è famosa in tutto il mondo per le oltre cinquanta chiese e i numerosi palazzi