Profumerie nel mondo, cinque da conoscere e visitare

Profumerie nel mondo, cinque da conoscere e visitare

di Eleonora Gionchi

Da Londra a Parigi, passando per L.A e New York e arrivando a Capri, abbiamo selezionato cinque tra le profumerie più belle e particolari al mondo

Più che delle profumerie dei veri e propri mondi aperti sulla profumeria artistica. Andando oltre al classico concetto, questi cinque indirizzi profumati sono già nei carnet d'adresse degli esperti e risultano piacevoli sorprese per i neofiti. Tra test all’ultima tecnologia, degustazioni olfattive e laboratori su isole mediterranee, su e giù per il mondo alla ricerca della propria fragranza preferita.

Floris, Londra: l’indirizzo regale

Il più antico tra i cinque indirizzi, risale al 1730, il viaggio nella capitale inglese vale ben una visita da Floris. Nato come salone da barberia, nei secoli è diventato punto di riferimento per la ricerca della propria fragranza preferita, anche femminile, e per tutto ciò che ruota attorno al mondo del grooming. Insignito del Royal Warrant, l’onoreficenza conferita dalla famiglia reale a un’attività commerciale, si narra che per il giorno del suo matrimonio la Regina Elisabetta indossasse White Rose.
Floris è anche famoso per il suo servizio bespoke nella realizzazione di una fragranza su misura che si sviluppa in tre mesi dopo circa 3 incontri con i nasi della casa.
89 Jermyn St, St. James's, London

Floris, la storica profumeria di Londra

Nose, Parigi: il più tecnologico

Se si brancola nel buio e si è a digiuno in fatto di profumi, Nose a Parigi è l’indirizzo giusto. Dietro alla profumeria, un concept: trovare la fragranza giusta per ognuno. Una concept profumeria dunque pensata da un gruppo di esperti del settore che hanno elaborato il Nose Test, un vero e proprio test di cinque domande sulle note olfattive che portano alla selezione delle fragranze più adatte per ognuno. E disponibile non solo nel negozio parigino ma anche sul sito.


20 Rue Bachaumont, Paris

Nose, la profumeria concept store a Parigi

Scent Bar, New York e Los Angeles: come una vera e propria degustazione di whisky

È dal 2005 che Scent Bar “istruisce” la propria clientela sulla profumeria di nicchia. Nelle sue profumerie, infatti, si possono trovare marchi difficilmente reperibili negli USA. Rispetto a Nose, l’approccio è differente ma lo scopo il medesimo: trovare la propria fragranza. In questo caso però le fragranze sono suddivise per famiglie olfattive. Il grande vantaggio è quello di poter confrontare e paragonare le differenti interpretazioni di un medesimo ingrediente.


244 Elizabeth St, New York
7405 Beverly Blvd

Carthusia, Capri: il più leggendario

Dietro a Carthusia una storia che affonda le radici nel 1380 quando Giovanna d’Angiò visitò a sorpresa la Certosa di San Giacomo e il priore, in dono, le regala una composizione floreale lasciata macerare in acqua e dal profumo inebriante. Le formule, alcune anche molto antiche perché create dagli erboristi dei frati certosini dell’epoca, sono state poi affidate nel 1948 a un chimico che aprì il più piccolo laboratorio al mondo di profumeria, Carthusia. Ancora oggi, le creazioni di Carthusia sono realizzate sull’isola di Capri con ingredienti locali.


Via Matteotti 2d, Capri

Perfumer H, a Londra: l’esperimento di un naso

Era il 2015 quando Lyn Harris lasciò Miller Harris, brand da lei fondato, per far compiere alla profumeria uno step in più: creare un luogo con poche creazioni, tutte stagionali e dando al cliente la possibilità di acquistarne anche la formula. Un’idea tanto semplice quanto innovativa. All’interno della boutique-laboratorio non solo le creazioni olfattive già pronte, ma anche la possibilità di lavorare gomito a gomito a Harris nella creazione della propria fragranza.

106A Crawford St, London

Perfumer H, nel cuore di Londra