Beauty

Profumi maschili: la guida completa alle famiglie olfattive

di Eleonora Gionchi - 8 maggio 2019

La scelta del proprio profumo – estivo o invernale che sia – passa anche dalla famiglia olfattiva. Più fresca quella agrumata e più intensa quella cuoiata: come riconoscerle? Ecco tutto quello che c’è da sapere…

Scegliere e acquistare il proprio profumo non è facile: sembra sempre un'esperienza misterica, irrazionale.

In realtà può essere d’aiuto conoscere le famiglie olfattive sotto cui si raggruppano i profumi per operare una scelta più consapevole.

Le fragranze infatti si dividono in 7 macrogruppi - una categorizzazione decisa dalla Société Française des Parfumeurs - e la loro appartenenza si basa sulla composizione della piramide olfattiva e sugli ingredienti che li compongono.

Ogni famiglia prevede poi delle sottocategorie. Eccovi una guida.

Profumi: le 7 famiglie olfattive

Agrumati o esperidati

È tra le categorie più diffuse perché comprende tutte le fragranze a base di agrumi - comprese le colonie - ingredienti tra i più usati nella profumeria. Tra questi, bergamotto, pompelmo, limone, arancio e fiori d’arancio, neroli, lime e mandarino. Nelle ultime stagione è ritornato anche di moda il chinotto ligure.

Caratteristica fondamentale di questa famiglia è la freschezza e la leggerezza di queste fragranze, non a caso sono perfette per l’estate. Peccano però di persistenza, le note agrumate sono principalmente note di testa e molto aeree quindi evaporano piuttosto facilmente, il che quindi le rende adatte con il caldo quando non si ama un profumo troppo intenso e duraturo.

Profumi agrumati: le sottofamiglie

  • Agrumati speziati
  • Agrumata floreale
  • Agrumata legnosi
  • Agrumata floreale legnosi

Fioriti o floreali

Da qualche anno sdoganati anche per gli uomini, questa categoria è altrettanto numerosa come la precedente perché comprende tutti i fiori.

Il più diffuso è la rosa, grande classico femminile ora interpretato anche al maschile, ma anche la violetta che è un evergreen per gli uomini.

Le fragranze di questo tipo possono essere incentrate su un solo fiore oppure un bouquet e, anche in questo caso, sono arricchite da altre note creando sottocategorie.

Profumi fioriti: le sottofamiglie

  • Floreale legnosa
  • Floreale marina
  • Floreale fruttata
  • Floreale muschiata 

Fougère

È una delle categorie più tipicamente maschili.

Il nome scelto in francese significa “felce” e deriva dalla fragranza Fougère Royale di Houbigant del 1882 che ha dato origine a questa categoria.

Rispetto alle altre, il termine non la racconta ma è stato scelto un nome di fantasia che indica le creazioni fresche ma amarognole che spesso fanno pensare a boschi, giardini, vita all’aria aperta.

Sono quindi adatte proprio per i week end e i momenti di relax. Nella piramide olfattiva il mix di note è molto vario ma la base è spesso composta da lavanda, geranio, vetiver, muschio di quercia. Attorno tutto ciò che di fresco e virile le risalta.

Profumi Fougère: le sottofamiglie

  • Fougère ambrata floreale
  • Fougère speziata
  • Fougère aromatica
  • Fougère speziata

Chypre

Con questa famiglia olfattiva si crea spesso una certa confusione linguistica: ”chypre” è un termine francese che deriva dall’omonimo profumo creato ai primi del ‘900 da François Coty e ispirato a Cipro.

Il creatore aveva pensato a un mix ben preciso per racchiudere l’odore dell’isola, bergamotto, rosa, gelsomino, muschio di quercia, patchouli.

Un accordo talmente forte a livello olfattivo da diventare una famiglia a sé e da essere poi base di tanti altri profumi anche maschili, soprattutto se si unisce il cuoio.

In italiano però questo termine è spesso erroneamente tradotto con “cipriato” che è un altro accordo, basato su burro di iris, eliotropia e note muschiate ed è un mix tipicamente femminile perché ricorda l’aroma delle ciprie.

Profumi Chypre: le sottofamiglie

  • Chypre cuoiata
  • Chypre floreale
  • Chypre fruttata
  • Chypre aromatica

Boisé o Legnosi

Sono le fragranze più maschili e virili, legate alle note olfattive ricavate dai legni: i più diffusi e pregiati sono quello di cedro e di sandalo.

Questi profumi sono intensi, solitamente esaltati anche da patchouli e vetiver, e possono giocare anche sui contrasti, soprattuto quando si trovano accatto a note marine (famiglia legnosa-marina) oppure fruttata.

Profumi Boisé: le sottofamiglie

  • Boisé marina
  • Boisé fruttata
  • Boisé muschiata
  • Boisé agrumata
  • Boisé speziata cuoiata

Ambrati o Orientali

Intensi, conturbanti e morbidi, i profumi ambrati o orientali sono tendenzialmente unisex a seconda della costruzione della piramide olfattiva.

Tendenzialmente nascono come femminili ma nei casi in cui siano presenti anche ingredienti agrumati o legnosi sono perfetti anche per gli uomini.

Queste fragranze sono caratterizzate dalla presenza dell’ambra, di note speziate e floreali ed esotiche e da legni.

Profumi Ambrati: le sottofamiglie

  • Ambrata floreale legnosa
  • Ambrata floreale speziata
  • Ambrata agrumata
  • Ambrata floreale fruttata

Cuirs

In italiano muschiati o cuoiati sono l’ultima famiglia olfattiva e prendono in considerazione le note più secche e amare ma allo stesso tempo anche le più morbide come il cuoio, il tabacco e generalmente tutte quelle alcoliche, con ingredienti come rum e whisky.

Molto maschili, in alcune interpretazioni sono presenti anche delle note floreali e sono ideali per un profumo corposo invernale.

Profumi Cuirs: le sottofamiglie

  • Cuoiata
  • Cuoiata Floreale
  • Cuoiata Tabaccata

Vedi anche

Eventi

Icon 51 è in edicola

È dedicato allo sport il nuovo numero di Icon in edicola dal 9 maggio. Perché lo sport unisce salute, benessere e lusso. E definisce lo stile di un’epoca.