Beauty

Profumi uomo: i testimonial d’eccezione

di Eleonora Gionchi - 13 Settembre 2019

Cantanti, attori, designer e calciatori: il mondo della profumeria ha sempre affascinato il jet-set che si presta come testimonial alle creazioni olfattive

C’era Marilyn, con il suo Chanel N°5. E Audrey Hepburn, con l’Interdit di Givenchy.

Da tempo - da sempre? - il mondo della profumeria ha sempre utilizzato il fascino delle celebrità per raccontare il meglio della sua produzione.

E dalla parte maschile?

Potremmo citare Brad Pitt, che qualche anno fa è stato l’insolito testimonial del già citato N°5. O il ricco parterre stellato di Dior: dall’Alain Delon de La Piscine (che ha prestato il volto allo storico Eau Sauvage), a Johnny Depp (volto invece di Sauvage, sua recente rivisitazione), passando per Robert Pattinson, che su e giù per i tetti porta avanti la storia di Dior Homme.

L’accoppiata star e profumi piace sempre e anche con la nuova stagione si riconferma vincente.

Boss Bottled Infinite di Hugo Boss e Chris Hemsworth

“Il tema della fuga dalla vita metropolitana e del recupero del contatto con la natura è molto forte ed è un obiettivo costante della mia vita” ha affermato Chris Hemsworth, scelto  come testimonial per Boss Bottled Infinite, nuova interpretazione del classico di Hugo Boss.

La fragranza, creata dal naso Annick Menardo, è estremamente maschile: rosmarino e lavanda tra le note di testa e un cuore molto virile con legno di sandalo e di olivo, oltre al patchouli.

Un dettaglio? La piramide olfattiva ha utilizzato la “diamond technology”, una tecnologia che prolunga l’effetto delle note di testa e di cuore sulla pelle consentendo di mantenerle a lungo.

Bleu de Chanel Parfum di Chanel e Gaspard Ulliel

Terzo episodio di una saga profumata, dietro alla storia sempre l’attore francese Gaspar Ulliel scelto dalla maison più blasonata come volto del Bleu de Chanel. Se il primo episodio era girato da Martin Scorsese, seguito da James Gray, il terzo vede dietro la cinepresa Steve McQueen.

Creato dal naso della casa parigina Olivier Polge, l’idea della versione Parfum è nata per dare anche agli uomini l’occasione di un profumo intenso, lontano dalla solite note fresche.

Accanto al cedro, infatti, il raro sandalo della Caledonia, molto morbido e corposo, accanto al classico legno di cedro, tocco inequivocabile della serie Bleu.

Y Live Eau de Toilette Intense di YSL e Adam Levine

Dopo l’eau de toilette e l’eau de parfume, la nuova versione è l'eau de toilette intense ed è dedicata a un uomo che trova il coraggio di cambiare la propria vita.

Il maestro profumiere Dominique Ropion l’ha pensata come un fougère, giocando con note di luce e di ombra: da un lato lavanda e geranio e dall’altro il muschio accanto a legni e ambra che diventano più intensi grazie alla vaniglia e al cacao.

l flacone realizzato in dissolvenza verso il blu profondo è illuminato da una fascetta in metallo: il buio verso la luce, lo stesso percorso che fa ogni volta Adam Levine quando sale sul palco, incarnazione di Y Live.

Gucci Mémoire d’un Odeur di Gucci e Harry Styles

Contenuto all’interno di un flacone dal sapore vintage, la fragranza dà origine a una nuova famiglia olfattiva, minerale-aromatica, che ruota attorno alla camomilla romana e scelta dal direttore creativo Alessandro Michele.

Usata per la prima volta in profumeria, questa nota è esaltata dal gelsomino corallo indiano, esclusiva di Gucci, che fiorisce nel Bengala, da muschi e dai legni di cedro e sandalo.

A raccontarlo, con immagini scattate al castello medievale di Montecalvello, tra rovine medioevali, è stato scelto il cantautore britannico Harry Styles assieme a una corte di personalità eclettiche tra designer come Harris Reed e artisti, tra cui Olimpia Dior, e modelli.

Vedi anche