Icon e Fay Archive, un cocktail speciale con Paul Wesley
Credits: Sonia Pagavino

Icon e Fay Archive, un cocktail speciale con Paul Wesley

di Digital Team

Nella boutique capitolina di Fay, una serata esclusiva per festeggiare l’uscita del nuovo numero di Icon e la collezione invernale del brand con l’iconico 4 Ganci

Uniti dallo stesso amore per la bellezza e da un comune spirito da esploratori contemporanei, Icon e Fay hanno festeggiato insieme l’uscita del nuovo numero “Let me dream” di Icon, che tra i protagonisti presenta l’attore statunitense Paul Wesley. E proprio lui, immortalato in copertina con un capo Fay Archive 4 Ganci, in lana cotta con la fantasia navajo ispirata alle geometrie native americane, è stato l’ospite d’onore del cocktail esclusivo all’ora del tramonto nella boutique Fay di Roma in via della Fontanella di Borghese, cuore dell’eleganza capitolina.

Ex vampiro tenebroso della serie The Vampire Diaries e nuovo capitano Kirk di Star Trek: Strange New Worlds, da qualche anno Paul Wesley è anche imprenditore, come ci ha raccontato nella vivace intervista pubblicata nel magazine: insieme al fratello vampiresco di set, l’amico e collega Ian Somerhalder, ha lanciato il brand Brother’s Bond, abbracciando così la comune passione per il Bourbon. E nella boutique romana del marchio del Gruppo Tod's non ha voluto far mancare l’assaggio del suo Bourbon dall’aroma equilibrato e speziato, liscio on the rocks o in risoluti drink.
Tra gli invitati d’eccezione, accolti dal direttore di Icon Andrea Tenerani, gli attori Francesco Scianna, Alessio Lapice, Edoardo Purgatori, Anna Foglietta, Vittoria Puccini e tanti altri ospiti del mondo del cinema, della moda e dell'imprenditoria.

La serata speciale è stata anche l’occasione per ripercorrere l'ultimo faticoso banco di prova per i celebri giacconi di Fay Archive, come illustrato da Michele Lupi, responsabile dei progetti speciali del Gruppo Tod's e protagonista delle tappe di Fay Archive nelle terre più estreme, insieme all’imprenditore della moda Alessandro Squarzi: i capi sono stati testati in Alaska da lavoratori alle prese con duri mestieri, a contatto con la scorbutica natura del posto.

Capo simbolo della collezione, da sempre, l’iconico 4 Ganci: oltre che nelle tinte tradizionali, l’inverno 2022 lo vede in nuove sfumature dell’ormai distintivo tartan, alle quali si aggiunge l’inedita versione “Grande Freddo”, imbottito in piuma e dalla lunghezza generosa. E poi le suggestioni Navajo, quelle sfoggiate da Paul Wesley in “Let me dream”: classico immancabile da più stagioni, tornano protagoniste in un gioco di geometrie che evoca le atmosfere dei nativi americani. Per un look urbano dallo spirito avventuroso. In stile Icon.

La serata è proseguita con un private dinner alla presenza di selezionatissimi invitati che ha festeggiato la collaboratrazione tra Icon e Fay.