Bilbao (e dintorni) in un weekend: ecco cosa fare e vedere
GettyImages

Bilbao (e dintorni) in un weekend: ecco cosa fare e vedere

di Rita Bossi

La città basca, sempre più green, si reinventa ogni giorno e fa concorrenza alle capitali più amate d’Europa. Musei indescrivibili, un centro storico pieno di negozietti e bar di pintxos, dove andare per un bicchiere e una sosta

Bilbao: viaggio nel futuro, tra architetture moderne e locali trendy

Situata nei Paesi Baschi, regione verdissima del Nord della Spagna, stretta fra il Golfo di Biscaglia e i Pirenei, Bilbao è una città che non smette mai di cambiare. Negli ultimi decenni ha rinnovato il suo centro storico e molti dei palazzi liberty e déco. E ha trasformato un'area degradata e abbandonata in un meraviglioso parco con un centro culturale all'avanguardia denominato River Water Front, che si affaccia sulla ría de Bilbao, scavalcato dal modernissimo ponte progettato dall'archistar Santiago Calatrava. Sul lato destro di quest'area, il Museo Guggenheim, opera dell'architetto canadese Frank O'Gehry. Un capolavoro dell'architettura moderna (che quest'anno festeggia 25 anni) e punto di riferimento espositivo a livello mondiale che lascia a bocca aperta: strutture in acciaio e cristallo che creano volumi sinuosi, sovrapposti gli uni agli altri, e che giocano con la luce e lo spazio. Nelle sale sono ospitati capolavori dell’arte moderna e contemporanea, opere di Kandinskij, Picasso, Warhol, per fare qualche nome (fino al 18 settembre 2022 la mostra 'Motion. Autos, Art, Architecture', progetto espositivo ideato da Lord Norman Foster: 38 automobili grandiose a cui sono accostate decine e decine di opere dal mondo della pittura, scultura, fotografia e architettura). Oltre all'arte (da visitare anche l'Azkuna Zentroa di Philippe Stark e il Museo de Bellas Artes de Bilbao) è bellissimo camminare tra le vie del Casco Viejo, il centro storico, tra la cattedrale e i tipi palazzi con bovinde, tra negozi, ristoranti e bar per bere un bicchiere di vino e mangiare pinchos golosissimi. Le strade di Bilbao sono una grande esposizione di architetture e opere di arte contemporanea. I maggiori esempi si trovano attorno alla “ría”, tra il Museo Guggenheim Bilbao, i Giardini di Albia e il Palazzo dei Congressi e della Musica. Si tratta del famoso Bilbao Art District, un'iniziativa mediante la quale si realizzano, durante l'anno, attività per integrare la cultura e l'arte nella vita quotidiana della città. La città è raggiungibile da Milano con Vueling che collega la città basca con 2 voli alla settimana (venerdì e domenica).

Il centro culturale Azkuna Zentroa progettato da Philippe Starck
Turismo spagnolo
L' Azkuna Zentroa è il moderno centro d'arte contemporanea e per il tempo libero, punto di riferimento culturale di Bilbao

Alla scoperta di una Bilbao più green, fra tour in barca, gite in funicolare e in tram

Bilbao possiede una moderna rete pubblica e altre soluzioni private grazie alle quali effettuare percorsi originali e, soprattutto, sostenibili. Tra questi: il tram e la funicolare per scoprire la città e le montagne. Il tram attraversa la città dalla stazione di Bolueta al parco di La Casilla. Una sola linea, sedici e un percorso durante il quale il viaggiatore può farsi un'idea precisa del tracciato urbano. Una soluzione di trasporto sostenibile che coniuga comodità e rispetto per l'ambiente. Il tram fiancheggia le Sette Vie del centro storico e ferma in luoghi da non perdere come il teatro Arriaga, il Palazzo Euskalduna, il Museo Guggenheim, lo Stadio di San Mamés e i quindici edifici in stile modernista dell'ospedale di Basurto. Dal percorso su strada si passa a quello su fune della funicolare, che sale sino al monte Artxanda. Questo mezzo di trasporto permette di godere di uno dei panorami più suggestivi della città durante gli 800 metri di percorso tra la stazione del Paseo del Campo Volantín, dove si parte, sino alla vetta, che tocca all'incirca i 226 metri di altezza. La 'ría' del Nervión in barca è un modo pratico e funzionale per scoprirne e apprezzare le nuove architetture e i meravigliosi paesaggi: il ponte di Deusto, le passerelle di Santiago Calatrava e di Arata Isozaki, le torri del complesso Isozaki Atea, il Palazzo Euskalduna e il Museo Marittimo.

Scorcio di Bilbao con il mercato di Ribera sul fiume Nervion
GettyImages
Un viaggio nella Bilbao più green, tra tour in barca e gite in funicolare

Escursioni nei dintorni di Bilbao, fra spiagge dorate e ponti di pietra

Il Nord della Spagna si conosce da sempre come uno dei luoghi più belli del paese. Coste rocciose, paesaggi verdi e piccoli borghi di pescatori gli attribuiscono un fascino particolare. La costa basca è un posto magico che va visto assolutamente. Le spiagge estese di sabbia dorata, la profonda tradizione marinara e i paesaggi da fiaba della costa sono le bellezze principali di questa zona. Oltre a città moderne e zone che hanno conservato un carattere rurale, esistono realtà diverse nell’entroterra, località come Durango, Elorrio, Otxandio, Orduña e Balmaseda, con un importante patrimonio. Percorrendo i 150 chilometri di litorale è possibile vedere favolose spiagge, scogliere e belle località marinare. Inoltre, sulla costa si trovano il Ponte Sospeso di Biscaglia Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO, paesaggi idilliaci come San Juan de Gaztelugatxe, un minuscolo isolotto a forma di cono - a 35 km a est di Bilbao - nella città costiera di Bermeo, che ospita un santuario dedicato a San Giovanni Battista a 150 m sul livello del mare, al quale è possibile accedervi tramite dei ponti di pietra. Un motivo per il quale questo luogo è diventato molto famoso, è perché proprio qui si sono girate varie scene della serie Il trono di spade. Più precisamente, questa location nella serie è chiamata Roccia del Drago.

San Juan de Gaztelugatxe (pietra del drago) al tramonto
GettyImages
Juan de Gaztelugatxe, minuscolo isolotto a 35 km a est di Bilbao. E' possibile accedervi tramite dei ponti di pietra.

Vicino a Bilbao, un parco naturale wow, dove la natura regna sovrana

Tra capo Matxitxaco e capo Ogoño, si estendono 12 chilometri di spiaggia dichiarati dall'UNESCO, insieme ad altri ecosistemi, Riserva Mondiale della Biosfera (1984). I boschi di querce, che sorgono a pochi metri dalla vegetazione acquatica, danno un'idea della ricchezza dell'ambiente di questa ría. Uno degli elementi più affascinanti è la diversità degli uccelli che abitano la zona. La ría di Urdaibai rappresenta uno dei paesaggi naturali più ricchi dei Paesi Baschi. Montagne non troppo alte, ma con forti pendenze, lasciano spazio ad una valle che termina nel mar Cantabrico, dando vita ad un ampio estuario. La pianura si trasforma in palude e plasma scogliere e spiagge. Due sono quelle da vedere: Laida e Laga. La prima, quasi un chilometro di spiaggia borotalco, è la più grande di Urdaibai, è solcata da dune, ed è ideale per fare windsurf, kayak, stand up paddle, vela e, soprattutto, surf, poiché da questa spiaggia è possibile accedere alla famosa onda sinistra di Mundaka. A pochi chilometri si trova Laga: un paradiso naturale circondato da acque cristalline. Poco distante Guernica, nella valle del fiume Oka, capitale religiosa e storica dei paesi baschi spagnoli, famosa in tutto il mondo grazie a Guernica, maestosa opera di Picasso, un quadro con la consueta indole cubista, raffigurante gli effetti del bombardamento della città durante la guerra civile spagnola. A 40 minuti di auto da Bilbao, Orduña si presenta come un pittoresco borgo medievale, che circonda la piazza principale del paese.

La Riserva Urdaibai, Patrimonio UNESCO, nei Paesi Baschi
GettyImages
La Riserva Urdaibai si estende per ben 12 chilometri di spiaggia dichiarati dall'UNESCO Riserva Mondiale della Biosfera