ICON presenta il nuovo numero “Rebel rebel”

di Digital Team

Un numero dedicato a chi costruisce un futuro migliore, andando controcorrente. Da questo mese in esclusiva su Icon anche una rubrica curata dal celebre artista Maurizio Cattelan

Icon lancia il nuovo numero “Rebel rebel”, in edicola da domani. Una special issue dedicata ai ribelli, a chi va controcorrente e così facendo apre nuove strade, immagina nuovi mondi possibili e poi costruisce un futuro migliore. Cinque i volti scelti per le cover story del nuovo numero.

L’attore Vincent Cassel, diventato una star del cinema internazionale interpretando personaggi spesso ribelli, che, in una conversazione esclusiva con Icon, confida: «I veri ribelli? Quelli che nella vita di tutti i giorni pensano con la loro testa e dicono quello che pensano, anche se sanno che le loro parole potranno metterli nei guai. Oggi in pochissimi se lo possono permettere».  E poi Liam Gallagher, il fondatore e frontman degli Oasis, la band simbolo degli anni Novanta. «Che sia nato con la rivoluzione dentro, si capisce già dal mio look controcorrente. Vesto basic, tra il casual e l’outdoor, eppure sono più trendsetter di tutti i miei colleghi messi insieme», racconta ad IconProtagonista di una delle cover anche l’attore Thomas Brodie – Sangster, che dopo aver recitato a 13 anni nella commedia romantica Love Actually ‐ L’amore davvero e a 30 nella serie tv più vista del 2020, La regina degli scacchi, vestirà i panni di una delle figure più controverse della cultura pop britannica: il manager dei Sex Pistols Malcolm McLaren nella serie Pistol, del premio Oscar Danny Boyle.

Un’idea di ribellione quella dei Sex Pistols che ha ispirato questo numero di Icon e che sarà raccontata anche da Glen Matlock, il leggendario bassista e membro fondatore della band.  Infine, tra i personaggi di copertina anche l’attore Luis Partridge, che con Thomas Brodie - Sangster ha condiviso il set della serie Pistol, e il calciatore Rafael Leão, uno dei migliori talenti del futuro della Serie A sia per la giovane età, sia per l’allegra sfacciataggine con cui interpreta ogni partita. Non è tutto. Da questo mese il racconto di Icon sarà arricchito inoltre dalla nuova rubrica “In a nutshell” curata in esclusiva dalla star mondiale dell’arte contemporanea Maurizio Cattelan, che farà scoprire ai lettori i suoi artisti preferiti. Tra le voci del numero di maggio anche le Wet Leg, due giovani inglesi molto rock e ironiche che, dopo un primo singolo super, hanno pubblicato il loro attesissimo album d’esordio, e Michelle Ngonmo, la ribelle e visionaria fondatrice di AfroFashion Week che si batte per l’inclusione nel mondo della moda. Da non perdere poi la conversazione con il professore Robert Stickgold, docente di psichiatria alla Harvard Medical School, che ai lettori di Icon spiegherà a cosa serve sognare, e nella sezione Destination Future la riflessione di Ester Viola sul perché la scrittrice J.K Rowling può essere considerata una ribelle.

Stay tuned... Stay ICON!